Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (©Getty Images)

Sinisa Mihajlovic alla vigilia di Milan-Hellas Verona è intervenuto, come di consueto, ai microfoni di Milan Channel per presentare la partita che si giocherà domani alle ore 15:00 a San Siro.

BERLUSCONI – Il tecnico rossonero ha esordito parlando dell’incontro avvenuto ieri a Milanello con Silvio Berlusconi: “Abbiamo un colloquio di un quarto d’ora, non ci sono mai stati problemi con il presidente ed è bello parlare guardandosi negli occhi, i nostri rapporti sono sempre stati buoni. Tutti dobbiamo essere combattivi, tutti abbiamo responsabilità precise, andiamo avanti con la fiducia, come abbiamo sempre fatto“.

STAGIONE – Successivamente il serbo si è espresso per quanto concerne la stagione del Milan in questa prima parte: “Abbiamo degli obiettivi da raggiungere e nell’ultimo mese e mezzo siamo in linea, possediamo la terza miglior difesa in campionato e il quinto miglior attacco; inoltre abbiamo perso una sola volta contro la Juventus. Potevamo realizzare un maggiore numero di gol visto che giochiamo con 4 attaccanti. Il nostro inizio di campionato ci ha penalizzato ma adesso stiamo risalendo, domani sarà una partita fondamentale per guadagnare delle posizioni. Contro il Carpi abbiamo perso due punti, nei primi 20 minuti dovevamo fare meglio ma nel secondo tempo meritavamo di vincere, dovevamo solo essere più incisivi in attacco“.

ATTACCO – Contro l’Hellas Verona domani potrebbe rivedersi la coppa d’attacco Carlos Bacca-Luiz Adriano: “All’inizio hanno giocato bene insieme e si sono fatti vedere. Quando un attaccante non fa gol, ovviamente è un momento complicato ma lo supereremo. Contro la Sampdoria doveva tirare Bacca il rigore, ma l’ha fatto tirare a Niang. Sono giocatori importanti, speriamo che si sblocchino“.

ATTEGGIAMENTO – Mihajlovic successivamente ha spiegato cosa è più importante per il suo Milan, al di là dei moduli di cui si parla tanto. E’ ben altro ciò che realmente finisce per influenzare risultati e prestazioni: “E’ l’atteggiamento a fare la differenza. Dobbiamo migliorare nella mentalità. Eravamo più forti del Carpi e dovevamo dimostrarlo in campo. Questo non deve succedere, non bisogna dare coraggio agli avversari. Auspico che da ora l’atteggiamento sarà sempre quello giusto. Abbiamo preparato bene la partita, poi si va in campo e l’allenatore non può far niente li. Io vedo i giocatori motivati, la squadra è compatta e unita, questi 2 punti li recupereremo, bisogna avere la mentalità giusta“.

 

Redazione MilanLive.it