luca toni
Il rigore di Luca Toni (© Getty images)

Il più discusso della domenica milanese è Paolo Valeri, direttore di gara della sezione di Roma che è stato ampiamente criticato da Sinisa Mihajlovic a fine match per alcuni episodi di Milan-Hellas Verona a suo dire mal giudicati. In effetti alcuni errori gravi sono messi a referto del fischietto capitolino come riporta la moviola odierna del Corriere dello Sport.

Partiamo dai rigori negati: il Verona chiede lumi su una tiratina di maglia di Alex su Luca Toni, ma visto il metro di giudizio è giusto lasciar correre. Nel finale invece Milan furioso per la spinta plateale di Marquez su Jack Bonaventura. Come detto per coerenza Valeri lascia andare anche questo contatto, ma dai replay si evince la sciocchezza palese del difensore veronese, dunque rigore sacrosanto negato.

Sulle due reti annullate: non si può in realtà parlare di gol negati perché il fischio di Valeri in entrambi i casi è arrivato prima della conclusione a rete. Fatto sta che Carlos Bacca è tenuto in gioco prima da Marquez poi da Moras, anche se per questione di millimetri. Ottima la decisione sull’episodio del rigore per l’Hellas: il rossonero De Jong entra scomposto su Leandro Greco pronto a calciare a botta sicura. Fallo netto ed espulsione giusta, visto che Alessio Romagnoli era ad almeno 5 metri dall’azione ed impossibilitato ad intervenire in seconda battuta.

 

Redazione MilanLive.it