Cesare Prandelli Mario Balotelli
Cesare Prandelli e Mario Balotelli (©Getty Images)

Cesare Prandelli, indicato tra i papabili sostituti di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Milan, nel corso del suo intervento su Radio Anch’io lo Sport ha parlato anche della situazione del club rossonero esponendo molto chiaramente quello che è il suo pensiero: “Sta capitando un po’ quello che successe alla Juventus. Dopo un grande ciclo, c’è bisogno di tempo per ripartire. Hanno cambiato molto, dal punto di vista tecnico possiedono un progetto molto intrigante, ma serve aspettare. Mi ha dato molto fastidio sentire i fischi a Montolivo“.

Inevitabile una domanda su Mario Balotelli, giocatore sul quale Prandelli puntò molto ai tempi in cui era commissario tecnico della nazionale italiana: “Non è il giocatore che mi ha deluso di più. Se una squadra non riesce a raggiungere un obiettivo, l’allenatore deve assumersi le proprie responsabilità ma le colpe vanno sempre divise. Mario è dotato di qualità che in pochi hanno, ma forse per lui il calcio non è la priorità. Per un tecnico l’aspetto prioritario deve essere solo la squadra e non il singolo giocatore, sta ai calciatori capire che il primo pensiero deve essere il noi e non l’io“. Una frecciatina dunque al suo ex pupillo da parte dell’ex allenatore di Fiorentina e Galatasaray.

 

Redazione MilanLive.it