Ricardo Kakà festeggia per il gol contro il Manchester United (Getty Images)
Ricardo Kakà festeggia per il gol contro il Manchester United (©Getty Images)

Splendidi ricordi quelli rimembrati oggi da Ricardo Kakà, uno dei calciatori più forti della storia recente del Milan; il fantasista brasiliano, attualmente in forza all’Orlando City, ha raccontato alcune delle sue esperienze indimenticabili durante una video-chat sul suo profilo Facebook. Lo storico numero 22 arrivò nel Milan da giovanissimo, nell’estate 2003, riuscendo a vincere praticamente tutto.

Kakà ha parlato dei suoi trionfi e delle strane manovre del destino: “Le esperienze vissute con il Milan restano per me indimenticabili, il mio trasferimento dal Brasile fu un sogno. Non posso scordare anche i momenti bui, come la finale di Istanbul persa ai rigori con il Liverpool. Eravamo fortissimi, in difesa c’erano Cafu, Nesta, Stam e Maldini, ma prendemmo 3 reti e perdemmo in modo clamoroso, fu uno dei momenti peggiori della mia carriera, fu durissima rialzarsi dopo quella serata. Ma il destino ci ha regalato la possibilità di rigiocare la finale di Champions League nel 2007 sempre con il Liverpool, e riuscimmo a vincere e vendicarci, una grande emozione”.

Il brasiliano ha anche raccontato i retroscena del suo addio, direzione Madrid: “Fu difficilissimo lasciare il Milan, ma andare al Real era un altro sogno incredibile e in quel momento era la soluzione più giusta. Già mesi prima sarei dovuto andare al Manchester City che aveva fatto un’offerta incredibile a me ed al club rossonero, che era in crisi finanziaria. Decidemmo insieme di aspettare fino all’estate. Il Milan resterà sempre nel mio cuore, sono contento del mio passato in rossonero“.

 

Redazione MilanLive.it