Andry Shevchenko
Andry Shevchenko (Getty Images)

La notizia era nell’aria, poi si è concretizzata nel pomeriggio di giovedì: José Mourinho esonerato dal Chelsea. I blues, campioni d’Inghilterra in carica, sono in zona retrocessione e con un ruolino di marcia da brividi. Decisiva per il portoghese è stata la sconfitta nel Monday Night contro il Leicester di Claudio Ranieri. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna dal Corriere della Sera, nella decisione di Roman Abramovich potrebbe aver influito anche Andriy Shevchenko.

L’attaccante ex Milan è da sempre un consigliere del Chelsea, senza vesti ufficiali. Ha mantenuto ottimi rapporti con il milionario russo visti i suoi trascorsi in maglia blues: nel 2006 Shevchenko fu acquistato dal club londinese per 46 milioni, e l’allenatore del Chelsea era proprio Mourinho. Fra i due non c’è mai stato un rapporto solido.

Dopo l’esonero dello Special One, addirittura Abramovich avrebbe proprosto a Sheva il ruolo di direttore sportivo. Ma lui ha deciso di rifiutare, perché ha già accettato un altro incarico. Farà il vice del c.t. dell’Ucraina Mykhaylo Fomenko a Euro 2016.

 

Redazione MilanLive.it