Bee Taechaubol
Bee Taechaubol (photo by dailymail)

Novità non troppo edificanti per quanto riguarda l’affare tra il Milan e Bee Taechaubol, il broker asiatico che da mesi è in trattativa per l’acquisizione delle quote del club rossonero. Secondo quanto riporta oggi l’edizione di QS, l’uomo d’affari starebbe continuando ad avere problemi, soprattutto nell’ottenere la liquidità necessaria per chiudere l’affare. La cifra prestabilita parla di 480 milioni di euro per il 48% del club rossonero, con la controllante Fininvest ormai pronta a cedere.

Difficile per Mr.Bee e collaboratori riuscire a trovare i fondi, al momento bloccati, visto che Citic Securities non sembra propensa a spendere così tanto come advisor dell’operazione. La soluzione al momento potrebbe essere la seguente: Bee chiederebbe alla società di Silvio Berlusconi di poter entrare nel club con una quota minore rispetto al 48% prestabilito. Cambierebbero dunque i piani iniziali e la ricapitalizzazione promessa nel caso in cui fosse andato in porto il closing alle cifre suddette.

Se non dovesse trovare i soldi necessari dunque il thailandese entro febbraio potrebbe proporre un ingresso in società con una quota del 25-30%, con buona parte della cifra iniziale che verrebbe investita da Mr.Bee in persona, senza aiuti esterni.

 

Redazione MilanLive.it