Mario Balotelli
Mario Balotelli (©Getty Images)

Il 2015 per Mario Balotelli non è stato un anno positivo. Prima la negativa esperienza a Liverpool e poi un ritorno al Milan caratterizzato da un problema di pubalgia che lo ha costretto ai box per mesi. L’attaccante sul suo profilo ufficiale Instagram lo ha definito un anno di m***a. La speranza è che il 2016 sarà quello del suo riscatto e pertanto è necessario che ritrovi la salute al 100%. La Gazzetta dello Sport scrive che la seconda avventura in rossonero del giocatore era cominciata bene tra rendimento e professionalità dentro e fuori dal campo. Sinisa Mihajlovic sembrava avere molta fiducia in lui, mettendolo come titolare e alternando Carlos Bacca e Luiz Adriano al suo fianco. Era fine settembre e sembrava che tutto potesse andare per il meglio, ma non è andata così.

Adesso Balotelli deve fare i conti anche con la presenza di M’Baye Niang e con il prossimo ritorno di Jeremy Menez. Il Milan avrà abbondanza nel reparto offensivo e sarà l’allenatore di volta in volta a scegliere i due attaccanti da schierare come titolari nel suo 4-4-2. Mario dovrà essere paziente e lavorare sodo per conquistarsi il posto. La sua bravura nelle conclusioni da fuori area è una qualità che gli altri colleghi di reparto non hanno e ciò può aiutarlo. Il 2016 è nelle sue mani e la sua rinascita dipenderà da sé stesso soprattutto.

 

Redazione MilanLive.it