Roberto Donadoni
Roberto Donadoni (©Getty Images)

Grande risultato ieri a San Siro per il Bologna di Roberto Donadoni, uscito dalla Scala del calcio con una vittoria di misura che porta i felsinei lontano dalle zone più pericolose della classifica, distaccando il terzetto in basso formato da Frosinone, Carpi e Verona. Una brutta ferita inflitta alla sua ex squadra, il Milan, con la quale il tecnico nativo di Bergamo ha giocato per molti anni riuscendo anche ad ottenere una serie numerosa di trofei.

Donadoni oggi è stato interpellato da Radio24 durante la trasmissione ‘Tutti Convocati’, nella quale ha commentato proprio l’impresa di ieri pomeriggio: “La gara di ieri era alla nostra portata, l’abbiamo gestita molto bene, pensando a noi stessi e facendo la nostra partita. Gli applausi di San Siro mi hanno reso fiero, molto orgoglioso. Sono contento di essere stato tifoso del Milan e appartenente a questo club“.

Sul suo futuro, che potrebbe anche vederlo guidare il club rossonero un giorno, Donadoni si tiene vago: “Solo Dio conosce il mio avvenire, ma per il momento posso e devo solo pensare al Bologna, all’impegno che ho preso con questa importante società. Il Milan? E’ un club storico e prestigioso nonostante le recenti delusioni, ha tutto il diritto di fare le scelte che vuole per la panchina“.

 

Redazione MilanLive.it