Alberto Grassi
Alberto Grassi (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANAlberto Grassi torna di moda in casa Milan. Il 20enne talento dell’Atalanta era già stato accostato ai rossoneri qualche tempo fa, ma nelle ultime ore il suo nome è tornato nella lista di Adriano Galliani per rinforzare il centrocampo di Sinisa Mihajlovic. Il ragazzo è una delle sorprese in positivo della squadra allenata da Edi Reja e sta attirando le attenzioni di diversi club importanti in Italia. Ha esordito in Serie A nella passata stagione, ma è in questa che si sta affermando come titolare con continuità. Ha collezionato 14 presenze tra campionato e Coppa Italia, tutte dal primo minuto. In sei occasioni, invece, è stato lasciato in panchina. La sua crescita è costante e già nel mercato di gennaio potrebbe muoversi da Bergamo.

Calciomercato Milan, trattativa con l’Atalanta per Grassi

Secondo quanto rivelato da Gianluca Di Marzio, noto esperto di calciomercato, Galliani ieri ha incontrato il presidente Percassi e il direttore sportivo Giovanni Sartori manifestando il proprio interesse per Grassi. Più di un sondaggio, c’era la volontà di porre già le basi per una trattativa e capire quali sono le richieste dell’Atalanta. La società nerazzurra vorrebbe Andrea Petagna, ora in prestito all’Ascoli ma di proprietà del Milan.

I rossoneri devono fare in fretta, anche perché su Grassi ci sono Napoli e Fiorentina. In particolare i toscani, che vorrebbero chiudere l’affare già nelle prossime ore inserendo Ryder Matos nella trattativa. I viola sembrano essere un po’ più avanti, ma il Milan può recuperare terreno. Il giovane talento atalantino può essere un buon innesto per il centrocampo di Sinisa Mihajlovic, anche se non ha ancora l’esperienza necessaria per far compiere il salto di qualità al reparto. Bisognerà dargli tempo, eventualmente. In questo momento in casa rossonera dovrebbero pensare ad acquistare un centrocampista di spessore internazionale come priorità, anche se bisogna anche osservare il mercato dei giovani come sta facendo la Juventus.

 

Redazione MilanLive.it