Milan-Atalanta: intesa per Petagna, si parla di Grassi e De Roon

Alberto Grassi
Alberto Grassi (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Nella giornata di ieri Adriano Galliani ha incontrato a Giovanni Sartori, direttore sportivo dell’Atalanta, e per parlare di alcune situazioni di calciomercato che si possono sviluppare tra le due società.

Innanzitutto si è discusso di Andrea Petagna, attaccante classe 1995 di proprietà del Milan e che milita ora in prestito all’Ascoli. Il quotidiano Tuttosport spiega che per lui è stato già raggiunto un accordo per il trasferimento a titolo definitivo per la prossima estate. Il ragazzo per ora continuerà la sua esperienza in Serie B giocando nella squadra marchigiana. Nell’intesa è previsto che il club di via Aldo Rossi mantenga una percentuale su una futura rivendita del talento triestino.

Galliani e Sartori hanno parlato anche di Alberto Grassi, centrocampista dell’Atalanta che da giorni viene dato vicinissimo al Napoli. Il Milan sembra avere poche chance, anche perché in questo momento manca il denaro necessario per chiudere una eventuale operazione. E non va dimenticato il forte interesse manifestato anche dalla Fiorentina, a caccia di rinforzi in questa sessione di calciomercato.

La società rossonera può ragionare solo in prospettiva e a tal proposito La Gazzetta dello Sport spiega che tra gli argomenti di discussione potrebbe esserci stato anche Marten de Roon, centrocampista olandese che si sta mettendo in mostra in questa stagione e che già tempo fa era stato accostato proprio al Milan. I rapporti tra i due club sono ottimi, sanciti in particolare dagli ultimi affari riguardanti Giacomo Bonaventura e Gabriel Paletta, ma per il momento non sembrano esserci operazioni in cantiere se non quella già citata per Petagna.

Ad ogni modo Grassi e De Roon per il futuro possono anche essere dei colpi interessanti, ma i rossoneri avrebbero bisogno di qualcuno di maggiore spessore a centrocampo per compiere il salto di qualità necessario a rendere la squadra maggiormente competitiva.

 

Redazione MilanLive.it