CorSport – Milan-Bee, niente svolta: i nuovi investitori rallentano tutto

Bee Taechaubol
Bee Taechaubol e moglie (foto Instagram)

Il viaggio di Bee Taechaubol in Italia doveva essere quello decisivo per dare un’accelerata alla trattativa con Fininvest per l’acquisto del 48% delle quote del Milan, ma in realtà c’è stato un rallentamento.

Il Corriere dello Sport spiega che ciò è dovuto al fatto che l’uomo d’affari thailandese ha dovuto cercare nuovi investitori per questa operazione. I nuovi partner di Mr Bee, tra i quali sembra esserci l’Hong Kong Citic Trust, hanno la necessità di approfondire alcuni dettagli di questa situazione. E la stessa Fininvest deve capire bene l’affidabilità e le garanzie di questi nuovi soggetti entrati in scena.

Un gruppo di advisor ha ricevuto dalle parti il compito di occuparsi di queste faccende e nei prossimi giorni proseguiranno gli scambi di documenti reciproci. L’esito di questi negoziati è tutt’altro che facile da prevedere. I nuovi investitori trovati da Bee Taechaubol potrebbero anche spingere per modificare i termini dell’accordo già preso da tempo (48% delle quote in cambio di 480 milioni di euro).

C’è molta cautela e non a caso Fininvest non ha diramato alcun comunicato dopo l’ultimo incontro avvenuto ieri negli uffici di via Paleocapa a Milano con Mr Bee e i suoi consulenti. La riunione è cominciata alle 11:20 e si è conclusa due ore e mezza dopo in presenza anche di Licia Ronzulli, Pasquale Cannatelli, Alessandro Franzosi e Danilo Pellegrino. Dopo questo vertice, il broker thailandese ha incontrato i suoi legali e in serata è ripartito verso la Thailandia. Il suo è stato un blitz di 23 ore che non ha prodotto la svolta tanto attesa.

 

Redazione MilanLive.it