Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

Flop totale per il Milan della tripla B in attacco, visto il tabellino dei marcatori che ieri sera è rimasto all’asciutto. Una scelta che sembrava azzeccata per la squadra di Cristian Brocchi, puntare sul redivivo Kevin-Prince Boateng alle spalle del volenteroso Mario Balotelli e del letale Carlos Bacca. Niente da fare, pochissimi segnali e tanto fumo nella prestazione globale degli attaccanti rossoneri.

Come ricorda la Gazzetta dello Sport, la reazione all’uscita dal campo di Bacca, al 25′ della ripresa, è stata emblematica: mugugni assordanti verso mister Brocchi, nessun gesto di saluto verso il subentrante Jeremy Menez e via diretto negli spogliatoi, atteggiamento che non sarà piaciuto alla società pronta a multare un calciatore fondamentale per l’economia della squadra ma anche troppo polemico ed egoista. Brocchi stesso ha commentato così: “Bisogna prenderla come una reazione a caldo, sono sicuro che non ricapiterà più. Mi spiace non abbia stretto la mano a Menez, il gruppo viene prima di tutto“.

Balotelli è stato il più attivo del tridente, ma con movimenti spesso troppo prevedibili, intorno all’area di rigore e mai scattando verso l’interno. Troppo poco per una punta che ha perso il gusto di segnare e diventare decisiva anche negli ultimi 18 metri. Senza commento la prova di Boateng, che ha sprecato l’importante chance concessa escludendosi da solo: condizione precaria, leziosità nelle giocate. A questo Milan serve ben altro.

 

Redazione MilanLive.it