Luca Antonelli
Il gol in rovesciata di Luca Antonelli (©Getty Images)

Archiviata la 36.a giornata di Serie A che vedeva di fronte a San Siro Milan e Frosinone. Succede di tutto a San Siro, con gli ospiti in vantaggio per 0-2 al termine del primo tempo, nonostante i padroni di casa fossero andati vicinissimi al pareggio in numerose occasioni. Nella ripresa sbaglia un calcio di rigore Balotelli, ma pochi minuti dopo arriva il gol di Carlos Bacca. 1-2 che dura poco, con Dionisi che approfitta dell’errore di Alex e Montolivo e porta il punteggio sul momentaneo 1-3. Fuori Abate, dentro Luca Antonelli: pochi minuti dopo è sua la rovesciata che batte Bardi, 2-3. Negli ultimi minuti di match arriva anche il pareggio: Jeremy Menez realizza il calcio di rigore. A tempo praticamente scaduto, Mario Balotelli colpisce in pieno la traversa. Finisce 3-3 una partita surreale che porta i rossoneri al settimo posto vista la vittoria del Sassuolo sull’Hellas Verona.

Marcatori: 2′ Paganini; 44′ Kragl; 50′ Bacca; 54′ Dionisi; 74′ Antonelli; 90′ Menez (R.).

Ammoniti: Sammarco, Gori, Balotelli, Bardi, Kragl, Kucka, Dionisi.

Espulsi: /

Milan (4-3-1-2): Donnarumma 5; Abate 4,5 (Dal 73′ Antonelli 6), Alex 4, Romagnoli 4,5, De Sciglio 4; Kucka 5,5, Montolivo 4,5, Jose Mauri 5,5; Honda 4 (Dal 58′ Luiz Adriano 5); Bacca 5, Balotelli 5,5. All.: Cristian Brocchi 5. A disposizione: Abbiati, Lopez, Antonelli, Calabria, Mexes, Simic, Zapata, Locatelli, Poli, Boateng, Luiz Adriano, Menez. 

Frosinone (4-4-2): Bardi 7; M.Ciofani 6, Russo 6, Ajeti 6, Crivello 6,5; Paganini 6,5, Gori 6, Sammarco 6, Kragl 6,5; D.Ciofani 6,5, Dionisi 6,5. All.: Roberto Stellone 7. A disposizione: Zappino, Blanchard, Pavlovic, Pryyma, Rosi, Frara, Gucher, Soddimo, Carlini, Longo, Tonev. 

Milan-Frosinone: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 5: molto disattento sui primi due gol del Frosinone. Due tiri dalla distanza che lo sorprendono. Sul terzo gol di Dionisi, incolpevole.

Abate 4,5: altre volte si è salvato per la voglia e la rabbia agonistica mostrata, questo pomeriggio non si è vista nemmeno quella. La storia è sempre la stessa: per nulla concreto in zona offensiva, zero i cross decenti. (Dal 73′ Antonelli: entra e segna il gol del 2-3 con una splendida rovesciata. Brocchi lo tiene fuori per provare De Sciglio, ma l’esperimento non funziona).

Alex 4: sbaglia un paio di interventi, ma è clamoroso quello che porta al momentaneo 1-3 degli ospiti. Impacciato in diverse occasioni, troppe.

Romagnoli 4,5: anche per il giovane centrale, prova negativa. Poco cattiva nei duelli aerei e negli uno contro uno.

De Sciglio 4: Brocchi lo prova dal primo minuto, ma la prova del terzino è molto negativa. Mai un cross decente

Kucka 5: il meno peggio, forse, in mezzo al campo. Ma anche lui non è lo stesso degli ultimi mesi. Prevedibili le sue giocate, poco filtro a centrocampo.

José Mauri 5: anche per il giovanissimo ex Parma prestazione poco positiva. Filtro a centrocampo sotto la sufficienza. Prova alcuni inserimenti in fase offensiva, ma i compagni lo servono poco e male. (Dal 76′ Menez )

Montolivo 4,5: altra prova da dimenticare per l’attuale capitano del Milan. Quasi inesistente il suo apporto in entrambe le fasi: non può essere lui il regista di una squadra che deve lottare per i vertici della classifica. La squadra in fase di uscita si affida quasi sempre a lui, ma l’ex Fiorentina non riesce a dare tempi e geometrie ai compagni.

Honda 4: anonima la prova del giapponese che a tratti sembra un pesce fuor d’acqua in fase di costruzione. (Dal 58′ Luiz Adriano 5: mette voglia e corsa, ma nulla di più.

Balotelli 5,5: si fa parare il calcio di rigore da Bardi del possibile 1-2, ma non molla e non si fa prendere da nervosismo e rabbia come altre volte ci aveva abituato. Continua a giocare seppur senza grosse occasioni create, eccetto a tempo praticamente scaduto quando colpisce in pieno la traversa in contropiede.

Bacca 5: difficile per lui rendersi pericoloso se non viene quasi mai servito in profondità. Disattento e parecchio mediocre quando riceve la palla spalle alla porta. Segna il gol del momentaneo 1-2, il più semplice della sua carriera e nulla più. Sbaglia invece in alcune situazioni in cui poteva essere molto più veloce nella giocata.

All. Brocchi 5: si dispera come non mai sulla panchina ad ogni occasione fallita dalla sua squadra. Terribili gli errori dei singoli in occasione dei gol, sui quali il mister può incidere ben poco. I cambi alla fine ribaltano il match in positivo, con Antonelli e Menez andati in gol. Al momento il Milan è settimo, a meno 1 dal Sassuolo: il fallimento, almeno in campionato, è vicino. C’è ancora da giocare la Coppa Italia contro la Juve, ma al momento morale e motivazioni sono davvero sotto lo zero. Di positivo c’è la rimonta dall’1-3, ma contro una squadra in zona retrocessione, c’è poco da essere felici.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it