Arrigo Sacchi
Arrigo Sacchi (©Getty Images)

Arrigo Sacchi di calcio se ne intende e non poco, nonostante siano passati più di 25 anni dai suoi meravigliosi fasti da allenatore, quando con il piccolo Parma si affacciò nel grande calcio e poi con un grande Milan trionfò in Italia e nel mondo. L’ex tecnico di Fusignano già tempo fa ammise di aver consigliato al Milan, vista la sua esperienza, un allenatore per la stagione in corso già circa un anno fa, senza essere però ascoltato.

Oggi, interpellato da Radio Kiss Kiss Sacchi è tornato sull’episodio in cui disse alla società rossonera che Maurizio Sarri, attuale allenatore del Napoli, fosse il profilo giusto per ripartire, paragonandolo addirittura alle qualità gestionali che il mister romagnolo aveva mostrato pieno della sua attività: “Parlai con Berlusconi di Sarri, mi chiese un parere e gli dissi che era come me, con tanto di gavetta alle spalle ma con idee di calcio ben chiare. Non mi ascoltarono? L’allenatore ha bisogno di una società che lo segue e gli dia fiducia“.

Sappiamo tutti come andò la scelta del tecnico, con Sarri snobbato anche perché aveva allenato in A solo l’Empoli e il Milan virò su Sinisa Mihajlovic, strappandolo al Napoli che a sua volta puntò sul toscano con miglior fortuna. Chissà se quest’anno i dirigenti rossoneri chiameranno di nuovo in causa Sacchi prima di decidere a chi affidare la panchina.

 

Redazione MilanLive.it