Adriano Galliani Barbara Silvio Berlusconi
Adriano Galliani, Silvio e Barbara Berlusconi (foto acmilan.com)

Interpretare le parole di Silvio Berlusconi è impresa ardua, ma di certo gli spunti lasciati dal presidente dopo il video apparso su Facebook nella serata di ieri sono moltissimi. Il Corriere dello Sport ad esempio ha letto alcune sue dichiarazioni, soprattutto sulla presunta volontà di vendere il Milan ad imprenditori solo italiani, come un tentativo di posticipare le decisioni da prendere prossimamente con l’unica cordata solida in trattative con Fininvest, quella di origine cinese.

Pare che Berlusconi non sia ancora convinto a fare questo passo, preferendo restare al timone almeno per un’altra stagione provando a riportare in auge il suo ‘Piano B’, il progetto che vedrebbe un Milan formato unicamente da calciatori giovani e per lo più italiani. Primi esperimenti si vedranno oggi a Bologna, quando la difesa rossonera sarà composta per 4/5 da calciatori nati dopo il 1991 e quasi tutti cresciuti a Milanello: Donnarumma, Calabria, Romagnoli e De Sciglio. 

Torna di moda dunque il progetto Ital-Milan, un’ipotesi già lanciata mesi fa da Berlusconi in persona che aveva rivelato la volontà di costruire una rosa fresca e talentuosa, alla faccia di chi gli intima ormai da parecchio tempo di lasciare il Milan in mani straniere per fargli ricostruire una squadra ormai decaduta. Inoltre gli elogi e la fiducia ribadita a Cristian Brocchi è un chiaro segnale della volontà di provare a confermare il giovane mister ex Primavera anche nella prossima stagione.

 

Redazione MilanLive.it