Marco Giampaolo
Marco Giampaolo (©Getty Images)

Ci sono ancora molti dubbi su quello che sarà l’allenatore del Milan nella prossima stagione. Cristian Brocchi, con la vittoria di ieri contro il Bologna, ha ottenuto la seconda vittoria in cinque partite. Ancora una volta in trasferta, proprio come successo contro la Sampdoria all’esordio. Addetti ai lavori e tifosi, però, hanno rimarcato ancora una volta la pessima prestazione della squadra, che in 11 contro 10 per tutta la partita non è mai riuscita a rendersi davvero pericolosa nell’area di rigore avversaria. Il risultato è stato sbloccato solo da un penalty di Carlos Bacca.

E’ ovvio che la partita decisiva per il futuro di Brocchi sarà la finale di Coppa Italia, in programma il 21 maggio contro la Juventus allo stadio Olimpico di Roma. In caso di vittoria, le quotazioni di una sua permanenza sarebbero certamente in rialzo. Al contrario, invece, l’ennesimo cambio potrebbe essere inevitabile. In queste ultime settimane si è fatto il nome di Manuel Pellegrini, ma la candidatura più forte sembra essere quella di Vincenzo Montella, che potrebbe salutare la Sampdoria a fine anno. L’ex Fiorentina è quindi in pole e Adriano Galliani è il suo primo sponsor.

Anche Marco Giampaolo è stato accostato ai rossoneri, consigliato da Arrigo Sacchi. Ieri sera, negli studi di Premium Sport, l’amministratore delegato ne ha approfittato per complimentarsi con il tecnico dell’Empoli. E’ un buonissimo allenatore, è uno dei pochi allenatori italiani capaci di dare un’identità alle squadre. Ha fatto una buona carriera ma avrebbe potuto anche fare di più”, ha detto Galliani. Ammiccamento o semplice elogio?

 

Redazione MilanLive.it