Luiz Adriano
Luiz Adriano (©Getty Images)

Il 4-3-1-2 scelto da Cristian Brocchi come modulo ideale per il suo Milan funziona solo nel caso in cui diventa primario il movimento di almeno un attaccante in profondità, sorprendendo la difesa avversaria alle spalle e dando la possibilità al centrocampo di giocare il pallone in verticale. Un problema per l’attacco rossonero, visto che se Carlos Bacca occupa prevalentemente una posizione avanzata, Mario Balotelli, suo partner offensivo attuale, resta spesso dietro le linee senza effettuare movimenti senza palla.

Ma nel march di Bologna qualcosa è cambiato: Luiz Adriano ha sostituito proprio Balotelli, fermato da un attacco influenzale, dando proprio quella profondità che era mancata nelle ultime partite. Ottima prova del brasiliano, abile a farsi trovare pronto nei movimenti verticali, uno dei quali ha portato all’azione del rigore, con il numero 9 inseritosi alle spalle di Adam Masina e poi bravo a guadagnarsi il penalty sull’uscita di Da Costa. Una soluzione tattica importante che ora mette positivamente in crisi le scelte di mister Brocchi.

Come sostiene la Gazzetta dello Sport, ora Balotelli rischia di essere superato da Luiz Adriano per un posto in attacco nelle ultime due gare decisive della stagione, la partita di sabato contro la Roma e la finale di Coppa Italia con la Juventus. Certo, Super Mario può decidere i match da un momento all’altro, con una giocata delle sue, visto che è elemento di qualità ed estro. Ma Luiz Adriano è più inserito nella manovra, meno statico e pronto a muoversi in maniera tatticamente giusta. Una bella gatta da pelare per questo finale di stagione.

 

Redazione MilanLive.it