Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Un futuro ancora tutto da scrivere e decifrare quello di Zlatan Ibrahimovic, uno dei calciatori più forti al mondo anche alla soglia dei 35 anni. Lo svedese è in scadenza di contratto con il Paris Saint-Germain e deve ancora decidere cosa fare, visto che mezzo mondo farebbe follie per averlo, dagli stessi parigini fino in Cina o negli Stati Uniti.

Lo stesso giocatore, interpellato oggi in esclusiva da Goal.comha parlato della sua situazione, anche se prima si è voluto esprimere sul proprio stato di forma eccellente, anche dopo il ventinovesimo trofeo vinto in carriera: “Quando giochi non senti le cose allo stesso modo. Certamente è sempre un momento magico quando vinci un trofeo, scrivi la storia. Ma solo quando smetterò di giocare mi renderò veramente conto di cosa significa vincere un trofeo. Quando ho iniziato a giocare a calcio da giovane mi ripetevo che volevo vincere il maggior numero di titoli possibile, perchè la gente si ricorda di questo. Sono 29 ed abbiamo ancora la finale di Coppa di Francia da giocare, spero di poter arrivare a 30″.

Mentre quando si passa a parlare del suo futuro professionale, Ibrahimovic mostra ancora qualche dubbio, con il Milan che spera di rientrare in corsa: “La situazione è quella che è, vedremo cosa accadrà. Parliamo con tutti, siamo in trattativa con il PSG ma anche con altri club interessati. Vedremo cosa succederà, ma non posso dare una risposta oggi. Bisogna solo essere positivi. Quando potrete saperlo? Quando sarà ufficiale vorrei saperlo anche io ora. E’ difficile rispondere a questa domanda. Quando lo saprò, tutto il mondo lo saprà. Tutti si aspettano ora una risposta, ma non ce l’ho neanche io ora”.

Non si vuole ancora sbilanciare il 34enne centravanti ex Ajax, Juventus, Inter, Barcellona e Milan. C’è chi crede ancora in un suo possibile ritorno in Italia per vestire la maglia rossonera, ma sono diverse le indiscrezioni che invece in questi mesi ci hanno raccontato che la destinazione più probabile per lui è la Premier League, campionato le quale non ha mai giocato.

 

Redazione MilanLive.it