Gonzalo Higuaìn
Gonzalo Higuain (©Getty Images)

Siamo finalmente arrivati all’epilogo. Il Milan chiuderà stasera il suo campionato con l’ultima sfida contro la Roma, con la speranza di un sorpasso in extremis sul Sassuolo per il sesto posto. Ma la qualificazione in Europa League (che i rossoneri possono conquistare anche con la vittoria della Coppa Italia) sarebbe solo un contentino per i tifosi, che hanno fatto i conti con l’ennesima annata da dimenticare. Le aspettative, dopo l’arrivo di Sinisa Mihajlovic e i costosi acquisti in estate, erano molto alte, ma in realtà si sono rivisti i soliti problemi delle ultime maledette stagioni.

Ma oltre agli scarsi risultati e al totale caos societario, il Milan si è visto superare anche nei record individuali dei suoi calciatori: ad esempio quello dell’imbattibilità di Sebastiano Rossi del campionato 1993-1994, raggiunto e superato da Gianluigi Buffon, che ha mantenuto inviolata la porta della Juventus per ben 974′, contro i 929′ del milanista. E non è finita qui.

Stasera si giocherà anche Napoli-Frosinone; con una doppietta, Gonzalo Higuaìn eguaglierebbe i numeri di Gunnar Nordahl, il quale segnò 35 reti in 37 partite con la maglia rossonera nella stagione 1949-1950. Ma visto l’impegno (decisamente facile per gli azzurri, almeno sulla carta), non è un’ipotesi da escludere che il Pipita riesca addirittura a superarlo: basta una tripletta. Che per l’argentino, in determinate condizioni, è davvero un gioco da ragazzi.

 

Redazione MilanLive.it