Mario Balotelli
Mario Balotelli (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Peggio del’ottavo posto targato Clarence Seedorf e del decimo dello scorso anno di Filippo Inzaghi. Il Milan attuale arriva settimo, ad un passo dall’Europa League, ma le cose vanno sempre a ritroso, visti gli investimenti ultra-milionari della scorsa estate. Gestione pessima di dirigenti, allenatori e calciatori, un altro anno gettato alle ortiche.

Il Corriere dello Sport parla di rivoluzione necessaria in estate, con o senza gli aiuti degli investitori cinesi pronti a rilevare il club. Silvio Berlusconi si dice pronto a sostenere uno stravolgimento della rosa, cominciando dalle cessioni, dalle partenze più o meno eccellenti, insomma facendo piazza pulita di elementi che, come ha detto ieri Cristian Brocchi negli spogliatoi, non hanno avuto la ‘decenza’ di salvare la stagione.

Calciomercato Milan, da Mexes a Balotelli: sarà rivoluzione

Innanzitutto la rivoluzione estiva partirà da quei calciatori che sono in scadenza di contratto; tutti via, tranne Riccardo Montolivo che ha già in mano la penna per firmare il rinnovo triennale. Per il resto verranno svincolati tutti gli altri, da Alex a Cristian Zapata, ma anche i vari Philippe Mexes, Kevin Prince Boateng e soprattutto Mario Balotelli, che si è beccato l’ultimo 4 politico in pagella contro la Roma e non avrà più occasioni per rifarsi. Poi sarà il turno delle cessioni ‘pesanti’: Diego Lopez dovrà essere accompagnato all’uscita per risparmiare 5 milioni lordi, almeno due fra Carlos Bacca, Luiz Adriano, Jeremy Menez e Keisuke Honda lasceranno la rosa, con la speranza di incassare almeno una trentina di milioni tra ricavi e risparmi.

Sarà un Milan più ‘made in Italy’, anche se elementi come Andrea Bertolacci o Mattia De Sciglio, molto deludenti nel campionato appena concluso, possono fare le valigie. Si ripartirà dai pochi calciatori affidabili, Gigio Donnarumma in primis, ma anche Ignazio Abate, Giacomo Bonaventura e M’Baye Niang. Il mercato è già iniziato ed il Milan deve muoversi immediatamente per non fallire la quarta stagione consecutiva.

 

Redazione MilanLive.it