Berlusconi, giallo sull’operazione al cuore: giungono smentite

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

E’ risaputo ormai che Silvio Berlusconi si trova ricoverato presso l’Ospedale San Raffaele di Milano per alcuni problemi al cuore. Nello specifico si tratterebbe del malfunzionamento di una valvola cardiaca, ciò che regola in flusso del sangue. Nelle ultime ore si è parlato della possibilità che il presidente del Milan venga operato chirurgicamente.

La Gazzetta dello Sport scrive che questo problema può aver causato lo scompenso cardiaco accusato domenica sera mentre rientrava da Roma verso Milano. Ha avuto affanno nella respirazione ed stato subito controllato dai dottori. La situazione sembrava essersi normalizzata e, infatti, l’ex premier lunedì aveva partecipato al consueto pranzo di Arcore con i figli, i suoi più stretti collaboratori e i vertici di Fininvest per discutere delle elezioni politiche amministrative e della vendita del Milan. Nell’occasione Berlusconi aveva fatto presente che il giorno seguente sarebbe andato proprio al San Raffaele per dei controlli, quindi si trattava di un ricovero già programmato.

Dei problemi sarebbero sorti nel corso degli accertamenti, quando i dottori si sarebbero accorti che una valvola cardiaca non funzionava a dovere. Però il quadro diagnostico non è ancora completato e non è sicuro che il patron rossonero dovrà effettivamente sottoporsi a un intervento chirurgico. Si cercherà di evitarlo. Intanto dall’entourage di Berlusconi e da ambienti vicino Forza Italia smentiscono il ricorso all’operazione. L’ultimo comunicato ufficiale era positivo e lo aveva diramato il suo medico personale, il dottor Zangrillo: «Si conferma che il quadro clinico generale è buono e che stanno procedendo positivamente gli accertamenti clinico-diagnostici programmati». Sempre lui poi all’Ansa ha così risposto alle voci sull’intervento: «Non commento, le indiscrezioni riportate sono deduzioni».

Coloro che hanno fatto visita a Berlusconi all’uscita dal San Raffaele hanno spiegato che sta bene e che la situazione è stabile, quindi nessun allarmismo. Anche Matteo Renzi, Presidente del Consiglio, su La7 ha fatto sapere di aver parlato con Fedele Confalonieri, il quale gli avrebbe detto che «Silvio è fuori pericolo».

Nelle prossime ore, in base al responso degli accertamenti, si capirà meglio se realmente si dovrà ricorrere a un’operazione chirurgica oppure se non sarà necessaria. Intanto Berlusconi sicuramente non potrà occuparsi né di politica e neppure della cessione del Milan. Deve riposare ed evitare stress.

 

Redazione MilanLive.it