Cessione Milan, Bellinazzo: “Nella cordata pochi nomi di grido”

Adriano Galliani Silvio Berlusconi
Adriano Galliani e Silvio Berlusconi (©Getty Images)

Intervenuto a Radio 24 questo pomeriggio, il giornalista esperto di calcio e finanza Marco Bellinazzo ha fatto il punto della situazione riguardo alla trattativa fra la cordata cinese, ancora non ben delineata a livello mediatico, e Fininvest per l’acquisizione delle quote Milan.

Ancora tanti dubbi aleggiano attorno a questo affare secondo quanto riporta lo stesso Bellinazzo, il quale ha spiegato in soldoni i motivi della frenata e della scarsa fiducia del patron attuale Silvio Berlusconi, al momento ricoverato per alcuni piccoli problemi di salute: “Tutto è condizionato dallo stato di salute di Berlusconi, che è prioritario visto che il presidente deve esprimere il giudizio definitivo sulla cessione della maggioranza. Trattativa al rilento? Fininvest conosce i nomi degli investitori e confermo che non sono presenti nomi di grido. Per questo Berlusconi non appare convinto“.

Anche gli investimenti finanziari non sembrano soddisfare le premesse: “Berlusconi ha sempre ammesso di voler cedere a persone capaci di investire almeno 100 milioni all’anno nel Milan. I cinesi vorrebbero spendere meno di quanto chiede il presidente, perciò è tutto ancora poco chiaro e definito. La prossima settimana sarà determinante“.

 

Redazione MilanLive.it