Milan, scuola di allenatori. Ma la panchina è ancora vuota

Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

Il paradosso più grande di cui ci sia accorge mettendo in naso fuori da casa Milan è che la società rossonera sembra aver forgiato un buon numero di giovani allenatori, tutti pronti ed in rampa di lancio, alcuni addirittura capaci di vincere campionati o playoff. Ma al momento la panchina a Milanello è ancora vuota, c’è un posto vacante che fino al termine di giugno si farà fatica a riempire per via delle questioni societarie ed i flop degli scorsi anni.

Come ricorda la Gazzetta dello Sport, sono vari i nomi di ex calciatori del Milan pronti a rilanciarsi da tecnici, a cominciare nuove avventure o continuare le proprie imprese in panchina. Il nome di Gennaro Gattuso in tal senso non è casuale, uno che con grinta e carattere ha costruito una carriera scintillante in campo ed ora sta proseguendo brillantemente in panchina. Il suo Pisa ha vinto i playoff meritatamente ed ora sogna palcoscenici altissimi con un tecnico che per carisma farebbe comodo al Milan. Idem per quanto riguarda Massimo Oddo, guida del Pescara che allenerà anche in Serie A la prossima stagione; l’ex terzino snobbato dal club con cui ha vinto la Champions League nel 2007 ha un futuro roseo davanti a se’.

Per non parlare di Filippo Inzaghi e Clarence Seedorf, entrambi bocciati dopo poco tempo dal Milan, senza che la società potesse aiutarli a sviluppare un tipo di gioco o una filosofia a lungo termine. L’ex bomber riparte dall’ambizioso Venezia in Lega Pro, società organizzatissima che punta sulla sua voglia assoluta. L’olandese invece volerà in Cina per far valere la leadership sempre dimostrata forse anche con qualche scomodità di troppo. Ed il Milan? Ancora senza una guida, mentre i figliocci di Milanello se ne vanno in giro per il mondo.

 

Redazione MilanLive.it