Frenata Milan-Arbeloa: Gancikoff non convinto. Alternativa Caceres

Alvaro Arbeloa
Alvaro Arbeloa (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Era tutto pronto per l’annuncio, persino da Madrid stavano preparando i titoli per il suo rientro nel calcio che conta. Alvaro Arbeloa avrebbe sposato la proposta del Milan quasi ad occhi chiusi, dicendo sì all’offerta di un contratto annuale più opzione per il rinnovo fino al 2018. Dopo l’esperienza al Real Madrid, il duttile difensore classe ’83 si sarebbe rilanciato in maglia rossonera dando una mano ad una squadra pronta a rinascere.

Ma si è fermato tutto nella giornata di ieri, con uno stop arrivato direttamente dai piani alti rossoneri. Non però da Adriano Galliani, che anzi aveva impostato la trattativa lampo trovando il benestare dell’entourage di Arbeloa. A dire no al difensore spagnolo c’ha pensato Nicholas Gancikoff, rappresentante della cordata cinese che entro fine estate dovrebbe acquisire l’intero pacchetto Milan. Il futuro amministratore delegato si è detto poco convinto di questo acquisto, un calciatore ampiamente over 30 che proviene da alcune stagioni in cui è stato utilizzato letteralmente con il contagocce.

Dunque lo stop all’ingaggio di Arbeloa, che a dispetto dell’età avrebbe dato una grossa mano a Vincenzo Montella in difesa, è arrivato da Pechino, visto che ci si aspetta colpi di diversa entità dal Milan. Ma senza introiti e ricavi vari, come spiega la Gazzetta dello Sport, diventa impossibile per Galliani trovare soluzioni. L’alternativa per Gancikoff è rappresentata da un altro svincolato come Martin Caceres, più giovane di quattro anni rispetto ad Arbeloa, ma con condizioni fisiche che destano non poche preoccupazioni.

https://www.youtube.com/watch?v=KtcnAIEVDCs

Redazione MilanLive.it