Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

MILAN NEWS – Insieme a Gianluigi Donnarumma sicuramente è il calciatore rossonero che ha maggiormente impressionato nell’esordio stagionale contro il Torino. La sua tripletta ha donato tre punti importanti, che fanno morale e aiutano il Milan ad uscire parzialmente dalle contestazioni e dagli scetticismi generali. Carlos Bacca ha ricominciato da dove aveva terminato, facendo gol e mettendo paura a qualsiasi difesa avversaria, prendendosi di diritto la testa della classifica marcatori.

Oggi Bacca sfiderà una difesa più ardua da battere, quella del Napoli. E come ricorda l’edizione de Il Giornale, l’attaccante colombiano proverà a prendersi una piccola vendetta personale: tutto riguarda il mese di luglio scorso, quando il nome di Bacca era stato accostato fortemente al mercato degli azzurri, che avevano appena perso Gonzalo Higuain e cercavano un centravanti di qualità per sostituirlo. Bacca è stata un’idea del presidente Aurelio De Laurentiis, consapevole di poterlo strappare al Milan, club in chiare difficoltà economiche.

E’ stato però Maurizio Sarri a rifiutare l’ipotesi Bacca per il suo attacco, giudicandolo un calciatore troppo solista e poco affine al gioco di squadra, dunque non consono alla sua filosofia tattica. Un gran rifiuto che oggi Sarri potrebbe pagare trovandosi di fronte un Bacca agguerrito e pronto a colpire, divenuto incubo per la difesa partenopea dopo la tripletta-show di domenica scorsa a San Siro.

Redazione MilanLive.it