Bandiera cinese
Bandiera cinese a Pechino (©Getty Images)

MILAN NEWS – La notizia è praticamente stata ufficializzata ieri in Cina, con tanto di distribuzione di un documento di diverse pagine per spiegare le modalità dell’investimento. Ci sarà anche lo Jilin Yongda Group, nota società cinese che produce contatori di energia, all’interno della cordata che acquisirà ufficialmente le quote del Milan a partire dal prossimo autunno. Mentre si avvicina il 9 settembre, data in cui da Pechino arriverà il primo bonifico dell’operazione, si arricchisce la rosa di nomi che compongono il fondo di investimento.

Secondo Tuttosport questo gruppo asiatico si unisce alla già costituita Sino Europe Sports Investment, guidata da Han Li e Yonghong Li, costituendo un fondo da circa 650 milioni di euro, più o meno la cifra che servirà per completare l’acquisizione del Milan dalle mani di Fininvest. Non è la prima volta che il nome del Jilin Yongda Group viene accostato ai destini rossoneri, ma se ne era sempre parlato come un possibile finanziatore di minoranze, mentre in questo caso sarà parte fondamentale nella costituzione e gestione dell’economia milanista del futuro.

Il gruppo in questione è guidato da Lu Yongxiang, imprenditore di 67 anni, fondatore e co-proprietario della società energetica cinese. Considerato da Forbes il 223° uomo più ricco del suo paese, la sua partecipazione viene considerata da Fininvest come una sorta di rassicurazione per le promesse ed i progetti della cordata.

 

Redazione MilanLive.it