Stefano Capozucca
Stefano Capozucca (©Getty Images)

MILAN NEWS – Ancora importanti retroscena fuoriescono dopo il caos creatosi per l’affare Mati Fernandez, praticamente preso dal Cagliari a poche ore dalla chiusura del calciomercato, ma strappato infine dal Milan con un’abile ma molto discussa mossa in extremis. Il ds sardo Stefano Capozucca è stato il primo a puntare il dito contro il Milan, che avrebbe irregolarmente utilizzato gli aiuti dell’intermediario Pablo Cosentino, dirigente argentino ex Catania che però sta attraversando un periodo di squalifica per illecito sportivo.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, dopo la fine del mercato il 31 agosto sera Capozucca era talmente amareggiato per l’affare Fernandez sfumato in questo modo da aver inviato un sms molto particolare ed amaro ad Adriano Galliani, che a suo parere sarebbe stato il fautore principale dell’irregolarità di mercato: “Grazie a lei verrò licenziato” – avrebbe scritto il direttore sportivo del Cagliari che si sarebbe dunque sentito persino in colpa per essersi fatto strappare in extremis l’obiettivo per il centrocampo.

Il Cagliari, che ha virato poi sul greco Tachtsidis per sostituire il mancato arrivo di Mati Fernandez, non prenderà alcun provvedimento nei confronti di Capozucca, che ha condotto una sessione estiva di mercato decisamente positiva, portando in Sardegna giocatori importantissimi, da Bruno Alves a Marco Borriello. Di certo l’amaro in bocca passerà difficilmente all’esperto ds, che promette azioni legali contro il Milan.

 

Redazione MilanLive.it