Mati Fernandez Alessandro Frara
Mati Fernandez e Alessandro Frara (©Getty Images)

MILAN NEWS – Quando segna ama mimare il gesto del telefono. E proprio una telefonata ha sbloccato il suo approdo al Milan, quando sembrava destinato a finire al Cagliari. Vincenzo Montella ha chiamato personalmente Mati Fernandez, chiedendogli di accettare le lusinghe rossonere, promettendo al cileno una stagione da protagonista, come quando i due hanno lavorato al meglio ai tempi della Fiorentina.

Montella ritrova un jolly universale come Mati, calciatore classe ’86 che si è convinto ad accettare il Milan e tornare ad essere protagonista dopo un’ultima annata non così eccezionale agli ordini di Paulo Sosa in quel di Firenze. Un centrocampista che in carriera ha ricoperto vari ruoli, nascendo fantasista puro, una sorta di piccolo Ronaldinho cileno che nel Colo Colo appena ventenne fece impazzire tutti, diventando uno dei migliori calciatori sudamericani. In Europa la leggerezza fisica, suo difetto da sempre, lo ha rallentato, ma deve a Montella e al periodo in viola un ritorno a buoni livelli e una trasformazione positiva in mezzala di centrocampo.

E proprio in questo ruolo dovrebbe utilizzarlo il tecnico rossonero, che nel 4-3-3 di base potrebbe preferirlo ad uno tra Juraj Kucka e Giacomo Bonaventura, oppure piazzarlo tra le linee in un rombo di centrocampo innovativo e fantasioso. Montella avrebbe preferito un difensore centrale come ultimo colpo del mercato estivo, ma si accontenterà positivamente di lavorare di nuovo con uno dei suoi pupilli.

Redazione MilanLive.it