Giacomo Bonaventura (©Getty Images)
Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

MILAN NEWS – Archiviata la sosta per le nazionali, adesso Vincenzo Montella tornerà ad avere la rosa al completo. Già in giornata sono rientrati Gustavo Gomez e Juraj Kucka, mentre gli italiani dovrebbero arrivare domani. Carlos Bacca invece con la sua Colombia sfiderà il Brasile di Neymar questa notte alle 2.45 per le qualificazioni ai Mondiali 2018 in Russia. Intanto si cominciano a fare qualche analisi in merito a possibili cambi di formazione per il Milan nella prossima sfida di campionato a San Siro contro l’Udinese.

La questione più dibattuta è sicuramente quella relativa alla posizione di Giacomo Bonaventura. Più volte lo abbiamo definito il jolly, capace di giocare in quasi tutti i ruoli tra centrocampo e attacco. Recentemente è stato schierato da interno destro nel centrocampo a 3: seppur comunque sufficienti, le sue prestazioni non sono state eccellenti. È indubbio che nel ruolo di esterno destro d’attacco renda meglio. Al momento la posizione è occupata da M’Baye Niang, che però domenica non ci sarà a causa dell’espulsione rimediata contro il Napoli.

Il rischio però è chiaro: spostando Bonaventura nel tridente offensivo, Montella si vedrà costretto a cambiare due/terzi del centrocampo, vista la conseguente squalifica di Juraj Kucka. Resterebbe confermato solo Riccardo Montolivo, con l’inserimento di due nuovi innesti, magari El Principito Sosa e Mati Fernandez o Mario Pasalic.

Qualora invece Bonaventura restasse a centrocampo, si dovrebbe trovare l’esterno sinistro d’attacco: potrebbe essere Keisuke Honda (ma bisognerà valutare le sue condizioni fisiche visti gli impegni oltreoceano con il Giappone), oppure uno tra Luiz Adriano o Gianluca Lapadula. Anche l’ex Fiorentina Mati Fernandez sarebbe una possibilità. Restano comunque ipotesi che il mister sta valutando e vedremo quali decisioni prenderà nei prossimi giorni quando potrà osservarli tutti da vicino a Milanello.

 

Giacomo Giuffrida – RedazioneMilanLive.it