Mauro Tassotti
Mauro Tassotti (©Getty Images)

MILAN NEWS – Uno dei punti fermi dello staff milanista negli ultimi anni era Mauro Tassotti. Qualche mese fa però ha dato l’addio definitivo, lasciando il Milan dopo 36 anni di onorato servizio. Adesso è il vice-allenatore nell’Ucraina di mister Andriy Shevchenko: ieri c’è stato anche l’esordio in partita ufficiale contro l’Islanda, match di qualificazione ai Mondiali 2018 in Russia finito 1-1. L’ex terzino rossonero ha parlato ai microfoni di Milan TV dell’attuale squadra allenata da Vincenzo Montella: “Ho visto le prime due partite, quella contro il Napoli l’ho registrata. Credo stia lavorando bene, con tutte le problematiche che ci sono visto la situazione relativa al cambio di proprietà. Credo però ci sia un po’ di pessimismo attorno alla squadra”.

Qualche media aveva esagerato recentemente nell’interpretare alcune dichiarazioni di Tassotti in merito agli acquisti in sede di calciomercato: “Sui giornali ho visto che avrei detto qualcosa sul Milan, ma mi è sembrata molto dura l’analisi. Ho detto che quando il budget per il mercato diminuisce si deve sbagliare meno. Ma credo sia altrettanto inevitabile fare degli errori. E’ chiaro che se il budget è minore non te lo puoi permettere e devi sbagliare il meno possibile”.

Infine conclude ancora sul Milan e sugli obiettivi ai quali dovrà puntare nell’immediato futuro: “Bisogna tornare a giocare a calcio, anche per riportare la gente allo stadio: non è possibile giocare a San Siro con soli 25mila spettatori. Negli ultimi anni abbiamo fatto male: la squadra poteva fare sicuramente di più. Attualmente questa squadra può lottare per arrivare in Europa League, per pensare addirittura alla Champions League servirebbe un campionato straordinario”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it