Marco Fassone
Handy Soetedjo e Marco Fassone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Nei prossimi due mesi, prima del closing che consegnerà definitivamente il Milan alla cordata cinese, il nuovo direttore generale Marco Fassone dovrà reperire gli uomini giusti per cominciare un progetto tecnico nuovo di zecca in casa rossonera. Il prossimo passo, come pubblicato oggi dalla Gazzetta dello Sport sarà quello di reperire il miglior direttore sportivo in circolazione, un uomo abile sul mercato che dovrà e potrà spendere al meglio i soldi investiti da Yonghong Li e soci già dalla sessione di riparazione.

I nomi che si fanno sono i soliti: Riccardo Bigon piace ma è legato al Bologna dove si trova molto bene, Daniele Pradè è un profilo seguito ma che forse non convince al 100%. Walter Sabatini può essere l’ideale ma la Roma non intende lasciarlo andar via a cuor leggero. Spunta allora un’altra candidatura, un altro profilo dirigenziale che Fassone, da esperto uomo di calcio, sta studiando senza colpire nell’occhio. Si tratta di Carlo Osti, attuale d.s. della Sampdoria.

Ex stopper e terzino negli anni ’70 e ’80, con un’esperienza anche alla Juventus, Osti ha già lavorato molto in provincia come direttore sportivo, passando dalla prima avventura con il Piacenza fino alle ultime società nella massima serie, come Lazio, Atalanta e Lecce prima di approdare alla Samp di Massimo Ferrero. Il Milan potrebbe anche scegliere lui come prediletto, anche se non si escludono nomi a sorpresa ancora non fuoriusciti sui giornali.

Redazione MilanLive.it