Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Un allenatore di calcio, soprattutto se lavora in una grande squadra, dev’essere pratico e concreto e dare l’idea di compattezza ai propri calciatori. Ma nel Milan di oggi serve anche un tantino di mentalità, di filosofia. E’ ciò che ha provato ad utilizzare Vincenzo Montella nella conferenza stampa di ieri per spronare i suoi a migliorare, a dimenticare il k.o. di Napoli e pensare a come battere senza timori l’Udinese.

Una conferenza, riportata dalla Gazzetta dello Sport, nella quale il tecnico campano ha provato a dare fiducia al suo Milan, che ha nella testa e nella convinzione uno dei problemi maggiori: “Questo gruppo deve stimarsi di più e dimostrare di valere quanto davvero vale, tutti possono fare di più e per farlo devono prima convincersene“. Lavorare sulla testa e sull’autostima del gruppo è fondamentale per una squadra che viene da almeno 2-3 campionati fallimentari e per calciatori che non sentono da tempo un ambiente sereno e positivo quando giocano a San Siro.

Montella parla anche di ambizione, che va ritrovata sul campo partita dopo partita, così come la condizione ideale: “Un mese per vedere il vero Milan? No, il Milan deve vedersi ogni partita, ogni gara ci dirà quelle che sono le nostre ambizioni. E già con l’Udinese mi aspetto una crescita mentale, fisica, tattica, una crescita su tutto“. Intanto oggi contro i friulani ballottaggio De Sciglio-Antonelli per la corsia mancina, due terzini che il tecnico rossonero stima particolarmente: “Tra loro è un bel duello, una competizione che punta verso l’alto, magari giocano entrambi“.

Redazione MilanLive.it