Nicholas Gancikoff
Nicholas Gancikoff (foto dal web)

MILAN NEWS – A lungo si era parlato di un approdo di Marco Giampaolo sulla panchina del Milan. E c’è stato più di un momento in cui sembrava tutto fatto. L’ex Empoli era un nome caldeggiato da Adriano Galliani e sponsorizzato pure da Arrigo Sacchi.

Oggi il Corriere dello Sport svela un retroscena in merito alla scelta dell’allenatore rossonero, ricaduta poi su Vincenzo Montella. Il quotidiano spiega che Giampaolo aveva incontrato sia Galliani che Nicholas Gancikoff e sembrava averli convinti entrambi. Ma colui che in quel momento pareva designato a diventare il futuro amministratore delegato del Milan cambiò idea, fece un dietrofront e preferì affidarsi a un tecnico in possesso di un curriculum migliore.

Sotto traccia Gancikoff covava la candidatura di Montella, emersa con forza dopo il solito incontra a cui ha partecipato pure Galliani. In poche ore l’Aeroplanino è diventato, anche con l’assenso di Silvio Berlusconi, il nuovo allenatore milanista. Per l’ufficialità c’è voluto qualche giorno, dato che c’era un contratto in essere con la Sampdoria e Massimo Ferrero ha preteso un indennizzo.

C’è stata la famosa cena a tre a Milano, dove Montella ha esposto le sue idee di calcio e le sue richieste di mercato. Anche se poi in sede di campagna acquisti il tecnico non è stato accontentato. E intanto la Sampdoria ha ingaggiato proprio Giampaolo, il quale dopo tre giornata ha 6 punti contro i 3 del collega. E questa sera a Genova va in scena proprio la sfida tra il Milan e la squadra blucerchiata. Una partita interessante con due allenatori che avrebbero potuto affrontarla a panchine invertite.

 

Redazione MilanLive.it