Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

MILAN NEWS – La domanda da porgere a Vincenzo Montella è la seguente: è stato un errore lasciare Carlos Bacca, implacabile bomber, in panchina dall’inizio o è stata una mossa azzeccata che ha portato ai risultati sperati facendolo subentrare in corsa? Al di là di risposte possibili o classiche polemiche montate contro l’allenatore, il Milan capisce nuovamente di non poter fare a meno del suo bomber, ieri più che decisivo nel match contro la Sampdoria vinto di misura. Nel giro di pochi mesi è il terzo centro realizzato contro i doriani, una vera bestia nera che riporta il sorriso alla sua compagine.

La Gazzetta dello Sport oggi ha analizzato il successo per 1-0 del Milan, parlando comunque di una vittoria sofferta, arrivata grazie al colpo di Bacca, bravo a realizzare su assist illuminante di Suso, e alle parate di Gigio Donnarumma, protagonista positivo di almeno tre interventi decisivi per difendere la propria porta. Una gara che forse la Sampdoria avrebbe meritato quanto meno di pareggiare, viste le occasioni prodotte e la capacità di annullare, almeno nel primo tempo, l’effetto-pericolo degli ospiti, che con Gianluca Lapadula non sono quasi mai stati insidiosi dalle parti di Viviano.

Il 4-3-3 largo e compatto di Vincenzo Montella, trasformatosi spesso in 4-1-4-1 in fase difensiva per intasare il gioco tra le linee della Samp, ha convinto a metà, non riuscendo a trovare i cambi di passo giusti e le verticalizzazioni vincenti. C’ha pensato un regalo del difensore Skriniar ad aprire la strada a Suso e Bacca, abili a combinare e regalare così tre punti d’oro al Milan. La reazione, seppur sofferta, è arrivata; ora i rossoneri dovranno dare continuità al cinismo vincente dimostrato a Marassi.

https://www.youtube.com/watch?v=YQmitpZ52ZA

Redazione MilanLive.it