Bandiera cinese
Bandiera cinese a Pechino (©Getty Images)

MILAN NEWS – Dalla Cina arriva la conferma della partecipazione di una società asiatica al fondo di investimento che gestirà il Milan tra pochi mesi. Già nelle scorse settimane era stato svelata la partecipazione dello Jilin Yongda Group, azienda che si occupa di prodotti di ingegneria meccanica e industriale, già quotata in Borsa da anni.

I vertici di questa impresa nella giornata di ieri hanno rilasciato una breve dichiarazione in cui confermano la loro partecipazione nell’affare Milan. Queste le parole del breve comunicato ripreso dai colleghi di MilanNews.it: “Stiamo discutendo la quotazione in Borsa (cinese) del A.C. Milan“. Una mossa già preventivata quella di quotare il club rossonero ad Hong Kong, Shanghai o Shenzhen per cercare di catturare l’attenzione degli investitori asiatici.

L’ingresso in Borsa rientra nel progetto della cordata cinese, anche se prima c’è da definire il closing dell’operazione Milan. Entro fine anno vanno versati a Fininvest i 420 milioni di euro restanti, dopo i primi 100 già depositati. C’è molto interesse da parte di tifosi e media nello scoprire quale sarà la lista completa degli investitori presenti nel consorzio asiatico. Per adesso si conoscono solo i nomi del businessman Yonghong Li, del fondo Hiaxia Capital e del gruppo Yongda. Gli unici emersi ufficialmente. Ma ne mancano ancora diversi. Secondo alcune fonti, sarebbero 7-9 complessivamente i membri della cordata.

 

Redazione MilanLive.it