James Pallotta
James Pallotta (©Getty Images)

MILAN NEWS – Entro fine anno l’era Silvio Berlusconi in casa Milan è destinata a terminare per fare spazio alla cordata cinese guidata da Han Li che darà il via ad una nuovissima epoca, con il mandarino che diverrà lingua ufficiale dalle parti di Milanello. Un passaggio epocale che però lascia ancora qualche dubbio per quanto riguarda tifosi e critici che non sembrano ancora convinti delle buone intenzioni degli asiatici.

Chi si è detto favorevole a tali investimenti è un manager straniero che ormai guida una società italiana da circa cinque anni, James Pallotta, presidente della Roma, imprenditore statunitense che ha deciso di provare a rilanciare il club capitolino con risultati però alterni. Il manager di Boston ha parlato a Sky Sport proprio riguardo al possibile arrivo dei cinesi al Milan:Ho visto che le squadre di Milano saranno presto entrambe cinesi. Non importa da dove vengono gli investitori, l’importante è il rilancio del campionato di Serie A“.

Pallotta ha parlato dell’esigenza di far crescere brand e investimenti del campionato italiano, ancora indietro per certi versi rispetto all’élite internazionale: “Abbiamo un campionato che è incredibilmente sottovaluto nel mondo, ma abbiamo tifosi di nostre squadre ovunque, non siamo bravi abbastanza nel promuoverla. Quando guardo le altre leghe e vedo i 6-0/7-0 noto che non ci sono le piccole forti come le abbiamo noi, per questo dico che il nostro è il migliore campionato e che dobbiamo farlo crescere nel mondo”.

 

Redazione MilanLive.it