Mario Pasalic
Mario Pasalic (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Il Corriere dello Sport oggi mette in evidenza il fatto che nessuno dei nuovi arrivati ha pienamente conquistato Vincenzo Montella. Nelle prime cinque giornata il suo Milan si è affidato soprattutto ai giocatori della scorsa stagione. Senza scordare i ‘cavalli di ritorno’ come Gabriel Paletta e Suso.

In estate sono stati spesi complessivamente 25 milioni di euro nella campagna acquisti. A Milanello sono sbarcati Leonel Vangioni, Gustavo Gomez, Josè Ernesto Sosa, Mario Pasalic, Mati Fernandez e Gianluca Lapadula. Giocatori arrivati non su esplicita richiesta di Montella, che aveva altri nomi tra i preferiti, ma a causa di un budget ristretto per il calciomercato.

Vangioni e Pasalic, pur essendo a disposizione, non hanno ancora collezionato un minuto in campionato. Gomez ha giocato titolare a Napoli e poi nelle ultime due partite è entrato nel finale collezionando 4 minuti più recupero. Fernandez è out per infortunio, quindi ingiudicabile. Sosa ha messo insieme uno spezzone a Napoli e poi due partite da titolare con Udinese e Sampdoria. Avrebbe giocato pure con la Lazio dall’inizio, ma è stato messo k.o. dalla schiena. E’ l’unico su cui ha davvero puntato Montella. Mentre Lapadula è stato schierato dal 1′ con l’Udinese solamente, venendo sostituito al 64′. Per il resto pochi minuti collezionati nel finale dei match delle prime due giornate. Però lui ha un concorrente come Carlos Bacca con cui vedersela.

Ad ogni modo, sono passate solamente cinque giornate. Quindi è presto per fare valutazioni. Servirà del tempo per capire chi dei nuovi può effettivamente essere utile al progetto di Montella. E l’allenatore stesso sa di dover coinvolgere più gente possibile, anche perché non possono sempre giocare gli stessi. Un po’ di turnover è necessario, onde evitare che i titolari scoppino a metà stagione.

 

Redazione MilanLive.it