Milan, sarà Abate il capitano. Ma le critiche non si placano

Ignazio Abate
Ignazio Abate (©Getty Images)

MILAN NEWS – La fascia di capitano del Milan negli ultimi anni più che un onore assoluto è divenuta quasi un fardello, un simbolo di responsabilità esagerata. I tifosi rossoneri in particolar modo non si capacitano come dal braccio di Paolo Maldini o Franco Baresi si sia passato a quello di Riccardo Montolivo, calciatore considerato assolutamente meno carismatico e leader dei suoi predecessori top. L’infortunio al ginocchio di Montolivo stesso costringe l’avvento di un altro capitano e tutti gli indizi portano ad Ignazio Abate.

Secondo la Gazzetta dello Sport sarà proprio il terzino classe ’87 ad indossare la fascia nelle prossime settimane, altra decisione che non fa felici i supporter più critici. Nonostante Abate sia uno dei pochi calciatori vincenti della rosa, visto che giocava già nel Milan da titolare nell’anno dell’ultimo Scudetto, è considerato anch’esso poco idoneo a rappresentare il club rossonero in campo e fuori. Anche Vincenzo Montella non è apparso convinto del suo impiego sulla fascia destra, visto che in un paio di match gli ha preferito il giovane Davide Calabria.

Ma domenica contro il Chievo Verona per Abate sarà una serata importante, da esterno titolare e da capitano, per dimostrare di non meritare fischi e critiche preventive. Proprio lo scorso campionato a Verona il terzino del Milan richiamò i suoi all’ordine, parlando di squadra molle e senza grinta che avrebbe dovuto sputare sangue. Parole che furono apprezzate dall’ambiente ma alle quali vanno aggiunte prestazioni sul campo che sono un tantino mancate in questi mesi.

Redazione MilanLive.it