Suso
Suso e Alessandro Crescenzi (©getty images)

MILAN NEWS – Una prestazione combattiva e concreta quella del Milan di ieri, contro un Pescara che, nonostante la classifica non così allettante, ha dimostrato di giocare un ottimo calcio proprio come aveva anticipato Vincenzo Montella nei giorni precedenti alla gara. Vittoria di misura, 1-0, che tanto basta ai rossoneri per riacciuffare il terzo posto, superare il Napoli e tenere a distanza Lazio, Fiorentina e un’Inter ormai lontana dalle zone alte della classifica.

Buona la prova dunque di squadra, anche se i troppi errori sotto porta e qualche distrazione difensiva nel finale di match potevano costare caro. Ma il Milan può proseguire sulla strada di crescita e di consapevolezza dei propri mezzi, soprattutto penando che il calendario la prossima giornata regalerà un match a Palermo contro una delle squadre meno in forma del momento.

Milan-Pescara, le pagelle della ‘Gazzetta’

Le pagelle della 'Gazzetta'
Le pagelle della ‘Gazzetta’

Come ogni lunedì la Gazzetta dello Sport ha pubblicato voti e pagelle destinate ai calciatori del Milan scesi in campo nell’ultimo match, in questo caso quello di ieri vinto sugli abruzzesi di Massimo Oddo di misura. Senza sorprese, la palma del migliore in campo va a Giacomo Bonaventura, centrocampista tuttofare e match-winner. Una punizione perfetta ma anche tanto lavoro in mezzo al campo premiato con un 7 pieno in pagella.

positive le prove di Gustavo Gomez e Mario Pasalic, elogiati entrambi da Montella. Il difensore paraguayano ha lavorato bene senza rischiare mai, mentre il croato ha bagnato il suo esordio in Serie A con un buon impatto nel finale di gara e il tecnico rossonero sembra voler puntare su di lui in futuro. Tra gli attaccanti il più propositivo resta lo spagnolo Suso, che a Genova aveva goduto di un turno di riposo, ripagato poi con invenzioni e giocate di qualità.

Le note meno liete riguardano un Mattia De Sciglio tentennante e distratto e un José Sosa che fa fatica ad entrare nel vivo della manovra, entrambi bocciati col punteggio di 5,5. Un elogio ovviamenta a parte merita Gianluigi Donnarumma: 3-4 parate importanti, gli applausi della Curva, un talento sempre irreprensibile.

Redazione MilanLive.it