Adriano Galliani
Adriano Galliani (©Getty Images)

MILAN NEWS – Storicamente il Milan non è un club abituato a protestare o esporre pubblicamente il proprio malcontento nei confronti della classe arbitrale. Ma Adriano Galliani, che resterà l’amministratore delegato dei rossoneri fino a nuovi ordini, ha deciso di rompere il silenzio. Troppi gli episodi da moviola che, riguardati più volte, sembrano aver sfavorito in maniera nitida l’andamento del Milan in campo. Con noi si usano due pesi e due misure – ha fatto sapere Galliani puntando il dito verso certe direzioni e invocando l’utilizzo della Var, la tanto attesa assistenza arbitrale tramite video istantaneo.

Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, è raro che Galliani, ex presidente della Lega Calcio, possa infuriarsi così verso la categoria dei fischietti. Era successo a ragione nel 2012 dopo il clamoroso gol fantasma di Sulley Muntari nello scontro diretto con la Juventus, succede di nuovo in questa stagione e forse sempre per colpa dei bianconeri: a distanza di settimane il gol annullato a Miralem Pjanic nello scontro diretto vinto dal Milan lo scorso 22 ottobre è ancora citato e analizzato da tv e media nazionali. Ma ora i rossoneri vogliono parlare anche degli errori a loro sfavore.

Galliani molto scontento dell’arbitraggio del sig. Doveri in Milan-Pescara, visto che sullo 0-0 c’era un calcio di rigore netto per fallo su Carlos Bacca da parte di Coda, che sarebbe stato anche espulso. Situazione identica, e sempre non sanzionata, in Milan-Udinese 0-1, quando il colombiano fu affossato in area da Angella. Manca un penalty anche nella trasferta con la Sampdoria per sgambetto di Pereira su Jack Bonaventura, per non parlare della spinta netta di Miguel Veloso a Marassi su Manuel Locatelli, un rigore non assegnato che poteva cambiare la storia di Genoa-Milan. E l’episodio più clamoroso: ultimo minuto di Fiorentina-Milan, Luiz Adriano viene stesso in maniera chiara da ultimo uomo dal viola Tomovic: espulsione e punizione dal limite che incredibilmente il sig. Orsato non assegna. Troppi espisodi, ma stavolta il club si vuole far sentire.

https://www.youtube.com/watch?v=jdooEIM_rKs

Redazione MilanLive.it