Robinho
Robinho (©Getty images)

MILAN NEWS – L’ex calciatore rossonero Robinho ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Extra Time, inserto de La Gazzetta dello Sport, parlando di diversi argomenti. Anzitutto sul suo passato al Milan, squadra in cui ha giocato dal 2010 al 2014 collezionando 144 presenze, siglando 32 gol e vincendo scudetto e Supercoppa italiana. Sull’ottimo rapporto con Massimiliano Allegri ha riferito: “Siamo amici e ci teniamo in contatto tutt’ora. Abbiamo avuto sempre ottimi rapporti. Lo rispetto tantissimo e sono felice che abbia vinto tanto con la Juventus”.

Sul suo addio ai colori rossoneri invece ha poi spiegato: “Era scaduto il mio contratto e volevo tornare in Brasile. Il Milan rimane la squadra del mio cuore in Italia, ho trascorso 4 anni bellissimi”. Un commento anche sui due ex compagni di reparto Antonio Cassano e Mario Balotelli: “Avevano due caratterini ogni tanto esplosivi. Temperamenti forti, ma giocatori di talento. Ho avuto il piacere di giocare e coi quali ho stretto amicizia”.

Infine un giudizio su alcuni grandi giocatori con cui ha giocato nel corso della sua carriera, al Milan e non: “E’ stata una felicità giocare con Thiago Silva, uno dei migliori difensori al mondo, siamo stati campioni insieme. E con Kakà, con cui ho giocato di più in nazionale. I migliori in assoluto? Ronaldo il Fenomeno e Zidane. Ronaldo era un eccellente finalizzatore, un maestro nel dribbling. Zidane invece era bravissimo tecnicamente”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it