Sebastian Driussi
Sebastian Driussi (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Il Milan punta sui giovani. E’ questo il progetto che sta portando avanti Silvio Berlusconi in questo suo ultimo periodo da presidente rossonero, ma non è da escludere che la stessa via possa essere percorsa anche dalla nuova proprietà cinese.

Questi, infatti, starebbero pensando ad una squadra ricca di talenti di prospettiva, italiani e non solo. In quest’ottica, sono stati accostati molti nomi molto interessanti nel panorama europeo ai rossoneri, ma attenzione anche a quelli provenienti dal Sud America. Fra questi ci sarebbe anche Sebastian Driussi del River Plate, seconda punta classe 1996 considerato una promessa da diversi anni.

Calciomercato Milan, 10 milioni per Driussi

Massimiliano Mirabelli sta già intensificando il suo lavoro per non arrivare impreparato alla sessione di gennaio. Il futuro direttore sportivo del Milan ha diversi contatti in Argentina e, da diverso tempo, ha scritto il nome di Driussi nel suo personalissimo taccuino. E infatti, come scrive Calciomercato.com, nei mesi scorsi aveva provato a portarlo all’Inter insieme ad Emanuel Mammana, altro calciatore spesso accostato ai rossoneri. Sull’attaccante del River Plate ci sono diversi dubbi, sia di natura tattica che di ambientamento. Non burocratico, perché Driussi è in possesso del passaporto italiano. Il club argentino, intanto, è pronto a rinnovargli il contratto con l’inserimento di una clausola rescissoria di circa 10 milioni, cifra molto alta per un ragazzo che ha dimostrato di avere ancora molte lacune per il grande salto in Europa.

Quello che è certo, comunque, è che Vincenzo Montella voglia un esterno offensivo che possa sostituire degnamente Suso e M’baye Niang nei momenti opportuni. Uno dei nomi fatti è quello di Balde Keita: qualche mese fa era in rotta con la Lazio, ma la situazione sembra essere rientrata nell’ultimo periodo fino a diventare pedina chiave per Simone Inzaghi e il suo tridente d’attacco. I biancocelesti, tra l’altro, non sarebbero disposti a lasciarlo andare via a gennaio. Un discorso può riaprirsi solo in estate, ma per il Milan sarà dura vincere la concorrenza di altre società come Juventus e Monaco.

 

Redazione MilanLive.it