Demetrio Albertini
Demetrio Albertini (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non solo Marco Fassone è volato da Milano in direzione Pechino di recente; anche un altro personaggio, un tempo molto legato al Milan, si è diretto per motivi di lavoro e interesse personale in Cina. Si tratta di Demetrio Albertini, che è prima stato ospite come visitatore degli Hengdian World Studios, gli studi cinematografici cinesi già visitati in passato da Roberto Baggio.

Successivamente l’ex regista rossonero è stato interpellato dal quotidiano nazionale Jinhua Daily, rilasciando alcune dichiarazioni riguardo le proprie impressioni sullo sviluppo calcistico in Cina, visti anche i tanti investimenti sia nei club che nei calciatori d’occidente. Albertini è sembrato molto convinto da forze economica e strutture: “In questo momento storico il binomio calcio-Cina si sta evolvendo, il paese ha un potenziale enorme in questo senso. Solo che a livello organizzativo e strutturale serve attuare qualcosa di più preciso. Credo comunque che il calcio si svilupperà e crescerà molto rapidamente“.

Albertini è sicuro su chi ha avuto un ruolo chiave in questo binomio: “Marcello Lippi in questo è stato un pioniere, ora è ct della Nazionale e ha dato grande prestigio e capacità al calcio cinese. In futuro anche il rapporto tra Cina e Italia nel calcio sarà più ampio. Il Milan? Se fossi Imperatore consiglierei a tutti i cittadini di guardarlo in tv“.

 

Redazione MilanLive.it