Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – La parola ‘casting’ è emersa con l’Inter nella scelta dell’allenatore e adesso riguarda pure il Milan. Al centro c’è la scelta dei membri del futuro Consiglio di Amministrazione.

Il quotidiano La Repubblica spiega che a fine mese ci sarà la firma del closing e Marco Fassone entrerà nel CdA per iniziare a lavorare subito per conto dei cinesi. Ma solo dopo l’assemblea di Fininvest ci sarà la ratificazione ufficiale del nuovo board. Silvio Berlusconi resterà come presidente onorario, ruolo che ha accettato di ricoprire.

I componenti del nuovo CdA del Milan saranno 7: 4 legati alla Sino Europe Sports (uno di essi è Fassone) e 3 ‘indipendenti’. Tra questi ultimi saranno scelti dei manager italiani di fede milanista. Lo scopo è unire alla passione per i colori rossoneri anche competente economico-finanziarie. Una serie di nomi sono già stati indicati a Sino Europe dallo stesso Fassone, da consulenti legali e finanziari, ma anche da Fininvest. La certezza è che Adriano Galliani non farà parte più del club in alcuna veste.

Questa sorta di ‘casting’ dovrebbe concludersi a breve. Fassone, rientrato da poco dalla Cina, si occuperà di questa vicenda. Intanto da Repubblica.it emergono già i nomi di alcuni papabili futuri consiglieri del Milan. Si tratta del banchiere Fabrizio Viola, con un passato alla guida di Bpm e Mps, di Marco Patuano, ex ad di Telecom Italia, Sergio Iasi, ora alla guida dell’Interporto campano e prima ad del gruppo immobiliare Prelios, Roberto Italia, un ex Telecom ora attivi proprio nei fondi di investimento.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)