Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (©Getty Images)

MILAN NEWS – Altre interessanti e gustose rivelazioni di Sinisa Mihajlovic fanno capolino dall’intervista rilasciata oggi al Corriere della Sera. 

L’ex tecnico del Milan si sarebbe esposto personalmente per far sì che due calciatori della rosa attuale, considerati intoccabili come Alessio Romagnoli e M’Baye Niang arrivassero o restassero a Milanello.

Il primo retroscena arriva proprio sul trasferimento di Romagnoli nell’estate 2015 dalla Roma:Romagnoli non sarebbe mai venuto a Milano senza di me, perché nessuno voleva spendere 25 milioni: quella cifra era esagerata allora, ma in prospettiva non lo era. Anche quella volta ho convinto il presidente. Lui diceva che era troppo caro, io gli ho detto: pres facciamo così, se quando vorrà rivendere Romagnoli lo fa per meno di 25 milioni la differenza la metto io; se lo vende a di più facciamo a metà. Mi sembra sia arrivata un’offerta dal Chelsea per il doppio”.

Mhajlovic parla anche di quando Niang fu molto vicino, a gennaio scorso, a lasciare i rossoneri per volare nel Leicester futuro campione d’Inghilterra: “Con me ha giocato titolare, mi sono esposto io per non farlo vendere a gennaio, perché doveva andare al Leicester“. E il serbo, facendo riferimento pure a Gianluigi Donnarumma, conclude dicendo: “Senza questi tre giocatori, il Milan oggi sarebbe meno forte. E meno ricco“. Non gli si può dare torto.

Redazione MilanLive.it