Diogo Dalot
Diogo Dalot (foto Twitter)

CALCIOMERCATO MILAN – In casa rossonera la linea verde sta pagando in questo inizio di stagione. La squadra di Vincenzo Montella, composta prevalentemente da giocatori giovani, sta ottenendo grandi risultati.

In organico ci sono già dei talenti che possono rappresentare sia il presente che il futuro del Milan. I margini di miglioramento sono importanti ed è fondamentale che tutti i gioielli vengano blindati dalla futura proprietà del club. I cinesi, che dovrebbero acquisire la società il 13 dicembre, saranno chiamati sia a trattenere i pezzi pregiati attuali che a comprarne di nuovi.

Calciomercato Milan, nel mirino Diogo Dalot del Porto

Il futuro direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, è già al lavoro su diversi profili che possono fare comodo sia per il presente che in ottica futura. Uno degli ultimi talenti messi nel mirino è Diogo Dalot. E’ calciomercato.com a rivelare che i rossoneri, così come Inter e Juventus, hanno messo gli occhi su questo terzino destro classe 1999 in forza al Porto.

Da quando ha 9 anni gioca con la maglia dei Dragoes, dopo essere stato vicino a indossare quella degli acerrimi rivali del Benfica. Ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile biancoblu e a 16 anni ha cominciato ad essere aggregato alla prima squadra in alcune occasioni. E’ stato protagonista con il Portogallo della vittoria nell’Europeo Under 17, in cui ha segnato in finale alla Spagna.

Diogo Dalot per qualità fisiche e tecniche viene paragonato sia al connazionale Joan Cancelo del Valencia che a Maicon, ex Inter. Il ragazzo è capace di fare delle progressioni devastanti sulla fascia destra, è abile nel dribbling e nei cross, oltre ad essere bravo nelle conclusioni verso la porta. Un terzino completo, che deve ancora migliorare sulla fase difensiva e la concentrazione per tutti i 90 minuti.

In questa stagione il ragazzo sta militando sia nel Porto B che nella formazione Under 19 impegnata nella Youth League. Il suo rendimento è di buonissimo livello e può spingerlo in tempi brevi ad essere aggregato in modo costante alla prima squadra. Il 17enne portoghese pare un predestinato, anche se è presto per sbilanciarsi.


Redazione MilanLive.it