Esultanza Milan-Inter (©getty images)
Esultanza Milan-Inter (©getty images)

MILAN NEWS – Alla fine il 2-2 va bene a tutti, c’è comunque soddisfazione nell’aria per un derby intenso terminato in pareggio. Ma vedere il bicchiere mezzo pieno per il Milan, come invece ha ammesso il tecnico Vincenzo Montella, è scelta dura e complessa. I rossoneri in pratica hanno sognato di battere l’Inter e staccare la Roma in classifica fino al 92′ minuto, quando un guizzo di Ivan Perisic ha spento le velleità di successo della squadra andata due volte in vantaggio e sempre fattasi rimontare.

La Gazzetta dello Sport analizza la strana partita di San Siro, che ha visto l’Inter di Stefano Pioli, debuttante con una certa emozione sulla panchina nerazzurra, cominciare con il piglio giusto e dare segnali di entusiasmo e crescita. Ma è mancato l’apporto di Mauro Icardi, quasi impalpabile, e i troppi errori a centrocampo hanno aperto spesso la strada ad un Milan sornione, mai frettoloso, abile ad approfittare delle palle-gol capitategli. Ecco perché dopo un paio di occasioni nitide per l’Inter, è stato Suso a fine primo tempo a portare in vantaggio i rossoneri con un gran sinistro.

E’ il derby dello spagnolo, che parte forte anche nella ripresa, ma il copione è esattamente inverso: Milan sul velluto e Inter che colpisce con Antonio Candreva ed un eurogol dalla distanza. Ma Suso ha il piede caldissimo e pochi minuti dopo semina il panico in area, supera Miranda e batte Handanovic con un tocco di destro. 2-1 e partita che sembra prendere una piega tutta rossonera. Il successo sembra automatico, ma l’Inter ha il merito di crederci, di mettere apprensione fino all’ultimo e colpire con Perisic a tempo scaduto. Un pareggio in mischia che rigetta i milanisti sulla terra e riporta serenità, almeno per questa settimana, in casa nerazzurra.

https://www.youtube.com/watch?v=FC5BxNBgTy8

Redazione MilanLive.it