Marco Bellinazzo
Marco Bellinazzo (©Getty Images)

MILAN NEWS – La cessione del Milan ai cinesi rimane un tema sempre molto discusso in questi giorni. Non c’è ancora certezza sulla data del closing, fissata al 13 dicembre ma rinviabile in caso di mancanza di autorizzazioni per il trasferimento dei soldi dalla Cina all’Italia.

Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore, nella sua rubrica Goal Economy sul portale Goal.com ha affrontato l’argomento. Conferma che è in bilico il fatto che il closing si faccia alla scadenza prestabilita. Tra questo fine settimane e l’inizio della prossima si dovrebbe capire definitivamente se i cinesi chiederanno o meno una proroga per chiudere l’operazione.

Se dovesse arrivare da parte di Sino-Europe Sports una richiesta di rinvio, il closing potrebbe avvenire tra la fine di gennaio e la fine di febbraio. In tal caso bisognerebbe anche trovare un accordo sulla extra-caparra che Fininvest richiede per concedere ulteriore tempo ai cinesi. La domanda è sui 100 milioni di euro, oltre alla garanzia sulla disponibilità degli altri 320 milioni necessari per chiudere l’affare. La controparte giudica eccessiva la richiesta sull’acconto da versare ed è pronta a mettere sul piatto circa la metà. Inoltre Sino-Europe è disposta a rendere nota quanto prima la lista degli investitori presenti nel fondo.

Si lavora per trovare un’intesa, anche perché non ci sono all’orizzonte altre opzioni e altri compratori. Bellinazzo rivela anche che non c’è stato alcun incontro tra Silvio Berlusconi e Mr. Bee Taechaubol nei giorni scorsi, diversamente da quello che era stato diffuso.

Sino-Europe Sports nell’ultimo comunicato, oltre a ringraziare il presidente, ha spiegato si sta impegnando per chiudere nel più breve tempo possibile l’operazione. Il giornalista fa notare che si è passati dall’annuncio sul 13 dicembre a un’indicazione generica. Quanto servirà davvero? Ufficialmente risulta che il ritardo sia dovuto alle autorizzazioni del Governo di Pechino, che mancano per poter trasferire i capitali dalla Cina all’Italia. Una versione che Bellinazzo considera poco credibile, dato che dal 5 agosto (data della firma del contratto preliminare) ad oggi sono passati quasi quattro mesi. Inoltre poco convince questa tesi, dato che lo stesso Governo dovrebbe essere coinvolto nell’operazione.

La firma de Il Sole 24 Ore conclude così il suo articolo: “Dubbi. Tanti dubbi che si affastellano. E che imporrebbero una vera e definitiva disclosure sulla cessione del Milan. Nel bene dei tifosi, della credibilità del calcio italiano e delle istituzioni che lo governano. Il Milan non è solo un bene della Fininvest e di Silvio Berlusconi. Figc e Lega hanno il dovere di tutelarne la storia, il futuro e l’intera tifoseria, pretendendo finalmente chiarezza”.

 

Redazione MilanLive.it