Silvio Berlusconi Bee Taechaubol
Silvio Berlusconi e Bee Taechaubol (photo by Twitter)

MILAN NEWS – Della serie ‘a volte ritornano’. Mr. Bee Taechaubol nei giorni scorsi ha incontrato Silvio Berlusconi ad Arcore. A rivelarlo è Corriere.it.

Il noto broker thailandese è stato alcuni giorni in Italia, meno di 96 ore totali pare, ed è già ripartito per Bangkok. Ha comunque avuto modo di fare visita all’attuale patron del Milan, con cui per mesi aveva trattato l’acquisto del 48% del club. Un’operazione non andata a buon fine, ma che a Berlusconi non dispiacerebbe rimettere in piedi se l’affare con Sino-Europe Sports non andasse in porto.

Nonostante il closing fissato al 13 dicembre, il presidente rossonero non sarebbe affatto dispiaciuto se tutto sfumasse. Questo si legge su Corriere.it. I buoni risultati ottenuti dalla squadra, composta soprattutto da giovani e italiani, gli hanno dato nuovi stimoli. Però c’è un accordo in ballo e adesso tutto dipenderà dalla cordata guidata da Yongohong Li. Se essa riuscirà a concludere l’operazione per la data prefissata, ci sarà lo storico passaggio di proprietà. Altrimenti possono aprirsi nuovi scenari.

Da Corriere.it si apprende che una proroga per il closing verrebbe concessa solamente se a Berlusconi venissero poi concessi poteri decisionali nel ruolo di presidente. Ovvero intervenire sul mercato e anche sulle questioni tattiche. Altrimenti il Milan resterebbe di Fininvest e a quel punto l’ex premier potrebbe provare a coinvolgere nuovamente Mr. Bee. E’ probabile che di questo abbiano parlato i due ad Arcore. L’uomo d’affari cino-thailandese a luglio si era esposto nuovamente su questo argomento.

 

Redazione MilanLive.it