Bandiera Cina
Bandiera cinese (©Getty Images)

MILAN NEWS – Dopo il tweet pubblicato in precedenza, Pasquale Campopiano ha affrontato in un articolo pubblicato su Corrieredellosport.it l’argomento riguardante la cessione del Milan ai cinesi in maniera più completa.

Viene confermato che lunedì 5 dicembre sarà un giorno molto importante, decisivo. Infatti sarà la scadenza per l’arrivo delle autorizzazioni dalla Cina per lo sblocco dei capitali che Sino-Europe Sports deve versare a Fininvest per effettuare il closing nella data fissata del 13 dicembre.

DISCLOSURE INVESTITORI – Ma sarà soprattutto la giornata in cui, indipendentemente dal discorso inerente le autorizzazioni, verranno svelati i nomi degli investitori cinesi presenti nel fondo. Se non sarà lunedì, sarà al massimo martedì. Comunque da fonti vicine a Sino-Europe Sports fanno sapere che ci sarà un comunicato ufficiale pubblico.

DISCLOSURE CAPITALI – Dopo tanti mesi di segretezza e mistero, finalmente i volti dei compratori dovrebbero venire alla luce. I soci del fondo saranno 4-5 e garantiranno solidità economica al Milan. Potrebbero esserci novità rispetto ai nomi circolati nelle settimane scorse. Fininvest, oltre a ottenere la disclosure sugli investitori, otterrà una seconda garanzia attorno al 4-5 dicembre: la disclosure sui soldi. Il denaro sarà vincolato in un conto intestato alla società di via Paleocapa ad Hong Kong.

Campopiano aggiunge che “le stesse fonti fanno trapelare che i soldi sono stati raccolti tutti e che la cifra che verrebbe messa a disposizione di Fininvest sfiorerebbe i 600 milioni (420 per la firma del closing, 100 come anticipo sul piano industriale da 350 milioni garantito a Berlusconi e la rimanente parte da sfruttare per il mercato)”.

CLOSING – Per quanto concerne il closing, pare che manchi un solo documento per effettuarlo il 13 dicembre, giorno della seconda convocazione dell’Assemblea dei soci del Milan; quello che deve rilasciare il SAFE (State Administration of Foreign Exchange), l’organismo centrale cinese. La stretta sui capitali in uscita dalla muraglia delle ultime settimane ha ritardato tutta l’operazione, ma Sino-Europe ha fatto in modo di accelerare le pratiche.

In caso di ritardi, si dovrebbe stabilire una nuova scadenza per il closing e anche una nuova caparra che i cinesi dovranno versare a Fininvest (come quella da 100 milioni versata tra agosto e settembre). Inoltre il calciomercato invernale rischia di essere gestito ancora da Adriano Galliani e Silvio Berlusconi, fino a quando Fininvest resterà proprietaria del club.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)